Padova, “Anziani per Padova”

Dal 7 al 13 maggio 2012
“ANZIANI X PADOVA”
Settimana di iniziative sui temi dell’invecchiamento attivo
e della solidarietà intergenerazionale,
promossa dal Dipartimento dell’Anziano di Padova.

Pieni di interessi, autonomi e di supporto ai figli per la cura e l’educazione dei nipoti, occupati in diversi hobby, impegnati nel volontariato… Sono oltre 11 milioni gli over 65 che in Italia hanno una vita sociale attiva: una fotografia in contrasto con l’immaginario comune che, spesso, giudica l’invecchiamento come una minaccia anziché un’opportunità e una conquista della società contemporanea, e vede gli anziani solo come “pazienti” da assistere o “pesi” economici da sostenere.
Proprio dall’esigenza di ridare valore al ruolo sociale dell’anziano nella sua globalità – obiettivo a cui invita anche l’Unione Europea che ha proclamato il 2012 Anno europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni – nasce il progetto “Anziani X Padova”, in programma nella città del Santo dal 7 al 13 maggio prossimi.
Una settimana di iniziative promossa dal Dipartimento interaziendale ad attività integrata dell’anziano dell’Azienda ospedaliera di Padova, l’ULSS 16 e l’Università di Padova, insieme all’Assessorato ai Servizi sociali del Comune di Padova, all’Ufficio scolastico provinciale e all’Ufficio diocesano per la Pastorale della salute, in collaborazione con CSV-Centro servizi per il volontariato della provincia di Padova, di enti e istituti di cura, e con l’ampio coinvolgimento della rete di associazioni che operano sul territorio.

Invecchiamento attivo, dialogo e solidarietà tra le generazioni sono i temi al centro del ricco calendario: convegni medico-scientifici, seminari e dibattiti, laboratori, mostre, spettacoli,… pensati per riflettere sugli stili di vita che consentono di vivere e restare in salute più a lungo, ma anche per creare occasioni di confronto intergenerazionale, grazie al coinvolgimento delle scuole padovane, alcune delle quali saranno impegnate nel progetto anche a livello organizzativo.

In una società che vede allungarsi gradualmente l’aspettativa di vita – l’Italia è il Paese più “vecchio” d’Europa con la percentuale più alta di ultraottantenni (6% della popolazione)-, accanto ai progressi della medicina e della scienza, resta fondamentale costruire un contesto culturale e sociale che dia nuova dignità alle persone anziane e le renda consapevoli delle proprie potenzialità: perché la qualità della loro vita non si misura solo in termini di salute fisica, ma anche di ben-essere sociale. Una sfida per associazioni e volontari, istituzioni e amministratori pubblici, da un lato a immaginare insieme azioni e modalità di intervento che migliorino gli anni dell’invecchiamento e aiutino i senior a restare attivi e a condurre una vita autonoma, dall’altro a favorire spazi e tempi di incontro e di reciproca collaborazione tra giovani e anziani. Un’occasione importante anche per disegnare nuovi modelli di relazione e solidarietà.

DATI Fonte: Indagine nazionale sulla condizione sociale degli anziani, Auser – febbraio 2012.
Gli over 65 sono il 20,3% della popolazione italiana (19,9% in Veneto), con la prospettiva di arrivare al 33% nel 2060. Tra il 1980 e il 2008 la speranza di vita alla nascita è cresciuta di oltre 8 anni. Oggi si attesta a 78,8 anni per gli uomini e a 84,1 per le donne e continuerà a crescere nei prossimi 40 anni, arrivando a quasi 90 anni per le donne e 84 per gli uomini.

Lascia un Commento

Ricerca
Calendario eventi
<<lug 2017>>
LMMGVSD
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6
Prossimi eventi
No events