Arezzo, Don Ciotti: cultura della legalità

Il fondatore di Libera sarà alla Borsa Merci alle 16.30 su
iniziativa di Provincia e Arcisolidarietà

Dopo il rinvio a causa del maltempo, arriva finalmente ad Arezzo Don
Luigi Ciotti per un appuntamento sui temi della giustizia sociale e
della legalità. Venerdì 2 marzo il fondatore di Libera sarà in città
per l’intero pomeriggio su iniziativa di Provincia di Arezzo e
Arcisolidarietà, grazie anche al supporto di numerose realtà del
territorio quali Sezione soci Coop di Arezzo, Cooperativa Al
Plurale, Banca Etica e con il patrocinio della Camera di Commercio.
“La sensibilizzazione riguardo alle tematiche della lotta alla mafia
e dell’impegno sociale muovono da sempre le azioni delle
associazioni e delle istituzioni del nostro territorio”, spiega la
Vicepresidente della Provincia Mirella Ricci. Gli impegni
inizialmente previsti nella mattinata a Sansepolcro sono purtroppo
rimandati, poiché Don Ciotti è stato convocato nelle stesse ore dal
Presidente della Repubblica per la campagna di contro la corruzione
promossa da Libera. “Seppur dispiaciuti di dover rimandare
l’incontro della mattina, non possiamo che essere orgogliosi di
questo importantissimo traguardo per Libera – dichiarano Francesco
Romizi, Presidente Arci e referente Libera di Arezzo e Alessio
Martini, Referente Libera di Sansepolcro – certi che Don Ciotti
potrà tornare presto a Sansepolcro per incontrare gli studenti e la
cittadinanza”. L’appuntamento di venerdì 2 marzo è stato realizzato
grazie al progetto di educazione alla sicurezza e alla legalità,
realizzato da Arcisolidarietà insieme alla Provincia di Arezzo, per
portare dentro le scuole aretine, ed anche fuori, dibattiti sui temi
sociali di maggiore rilievo, come appunto quelli della legalità, con
lo scopo di sensibilizzare giovani e meno giovani cercando di
costruire insieme percorsi partecipativi e di dialogo per creare
cittadini sempre più consapevoli. Obiettivo di Libera, infatti, è
alimentare quel cambiamento etico, sociale, culturale necessario per
spezzare alla radice i fenomeni mafiosi e ogni forma d’ingiustizia,
illegalità e malaffare. La giornata di venerdì 2 marzo è dunque
particolarmente significativa per mettere un tassello nell’impegno
sociale contro la criminalità organizzata anche da parte del nostro
territorio. L’incontro con Don Luigi Ciotti è in programma alle
16,30 alla Sala della Borsa Merci in piazza Risorgimento e vi
parteciperanno, insieme agli organizzatori e promotori della
giornata, anche il Vicesindaco di Sansepolcro Andrea Laurenzi e
Leonardo Magnani, Presidente Associazione Cultura della pace, per
consegnare a Don Ciotti il premio nazionale non violenza, edizione
straordinaria per il millenario della città di Sansepolcro.
Nell’incontro Don Ciotti parlerà dell’importanza della memoria e
della lotta alla mafia, ma anche della presenza mafiosa nel nostro
territorio, una situazione reale che non si può e non si deve
fingere di non vedere e che è compito di tutti combattere. A
conclusione della giornata, appuntamento alle 18.30 per un “flash
mob”, cantato e danzato, che si svolgerà in piazza Risorgimento.

Contatti: tel. 0575 392203 e-mail ufficio.stampa@provincia.arezzo.it

Lascia un Commento

Ricerca
Calendario eventi
<<ott 2017>>
LMMGVSD
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5
Prossimi eventi
No events